- E-CERTIS - EU PROCUREMENT CERTIFICATION (DLGS_50/2016)

Al fine di facilitare la presentazione di offerte transfrontaliere, è stato istituito il sistema e-Certis che consente di inserire le informazioni concernenti i certificati e altre forme di prove documentali stabilite dalla Commissione europea sono costantemente.

In particolare è il sistema informatico della Commissione europea che consente alle stazioni appaltanti di verificare i documenti e i certificati presentati dagli operatori stranieri e alle imprese di conoscere i documenti e i certificati necessari ai fini della presentazione delle domande di partecipazione agli appalti pubblici in qualsiasi paese dell'Unione, in conformità con le direttive appalti.

Per l'Italia, tali informazioni sono aggiornate per il tramite della cabina di regia.

Le stazioni appaltanti utilizzano e-Certis e richiedono in primo luogo i tipi di certificati o le forme di prove documentali che sono contemplati da e-Certis.

Lo strumento, disponibile in 21 lingue ufficiali dell’Unione Europea, è a disposizione sia degli operatori economici, ai fini della presentazione delle domande di partecipazione agli appalti pubblici, sia delle amministrazioni aggiudicatrici per la verifica dei documenti presentati dagli operatori stranieri, in ordine alla sussistenza dei requisiti di ordine generale.